MIRAD'OR

Spazio espositivo MIRAD'OR

Argomenti

Cultura

Descrizione

Per Mirad’Or l’arte, l’architettura, la cultura è pubblica, per tutti, fruibile di giorno e di notte, dal lungolago di Pisogne così come dalle sponde opposte, dall’esterno, dall’interno, dall’acqua, grazie alla sua posizione e alla sua conformazione. Questo promette il piccolo padiglione, la palafitta immersa nel lago commissionata dal Comune di Pisogne, nata da un’idea di Gigi Barcella, progettata da Mauro Piantelli, la cui direzione artistica è affidata a Massimo Minini: essere un luogo in cui accogliere e condividere il contemporaneo in una terra di storia e tradizione, uno spazio in continuo dialogo con il paesaggio in cui è immerso e che inquadra.

L’edificio, disegnato dall’architetto Mauro Piantelli (De8_Architetti), sorge dall’acqua, in corrispondenza del porto medievale poi divenuto lavatoio pubblico. Le antiche pietre sono ancora oggi visibili a filo d’acqua e sono citate nella lettera “M”del logo di Mirad’Or. Uno spazio duttile, aperto ad accogliere opere al proprio interno, come anche all’esterno,oltre alle possibilità di collocazione dei lavori negli spazi circostanti. Gli artisti ospitati potranno lavorare in relazione a questa costruzione appositamente studiata.

Mirad’Or è un’idea ambiziosa, un progetto architettonico rigoroso, uno spazio che si apre all’artee al pubblico ed è già di per sé un’opera: inquadra e completa il paesaggio circostante, trasformandolo. Mirad’Or porta il contemporaneo in una terra di storia, di tradizione e di cultura del paesaggio; è un contenitore di possibili incontri, tra terra e acqua. Anche i luoghi possono avere desideri, Mirad’Or ne ha e molti. Desidera raccontare, meravigliare, incontrare chi ama l’arte e che qui la potrà scoprire e conoscere vedendola da vicino.

L'inaugurazione dello spazio espositivo è avvenuta nel mese di aprile 2021 con la mostra di Daniel Buren. 

"Siamo orgogliosi di poter presentare Mirad’Or, un nuovo spazio a Pisogne, sul Lago d’Iseo. Un contenitore d’arte, un’opera architettonica, un luogo per tutti. L’attività prende il via con Daniel Buren, artista di fama internazionale e ci impegneremo perché prosegua per divenire, con il tempo, un riferimento per l’arte contemporanea. Mirad’Or è uno spazio aperto a tutti, gratuito, un luogo in cui chiunque possa ammirare le opere esposte, circondato dalla grandiosa bellezza della natura. Ci auguriamo che Mirad’Or diventi una tappa irrinunciabile per chi visita il Lago d’Iseo, scoprendo Pisogne, la sua storia, l’arte di Romanino, le tradizioni, e la ricchezza del suo territorio." Federico Laini sindaco di Pisogne

"Il Lago d’Iseo e Brescia sono, da alcuni anni, al centro dell’elaborazione del contemporaneo nelle arti nel Nord Italia. Christo nella sua ultima e straordinaria opera, in città Mimmo Paladino, Anish Kapoor, Emilio Isgrò, Francesco Vezzoli. In questo importante percorso, il Lago d’Iseo non solo si è accorto del contemporaneo, grazie a The Floating Piers, ma ha promesso di continuare, così vedo Daniel Buren all’interno di Mirad’Or, come una piccola e bellissima presenza. Per Pisogne un inizio che non avrei potuto immaginare migliore, per il Lago d’Iseo la conferma di una continuità con artisti che, rinnovando la tradizione, intervengono direttamente sul paesaggio modificandolo con il loro lavoro." Massimo Minini direttore artistico Mirad’Or

"Per il filosofo tedesco Hans-Georg Gadamer l’essenza dell’esperienza temporale dell’arte sta nell’imparare a indugiare. Mirad’Or è proprio questo, uno spazio pubblico dove la possibilità d’indugiare è amplificata. È un piccolo padiglione pensato per l’arte contemporanea, ma anche un belvedere che inquadra, e quindi svela, il paesaggio. Una sorta di “nuvola” bianca appoggiata sul lago quasi a protezione dei resti dell’antico lavatoio  che riflette la luce dell’acqua e del cielo, quella luce così unica del lago d’Iseo, la luce perfetta per indugiare, forse la contropartita a noi adeguata di ciò che si chiama eternità." Mauro Piantelli De8_Architetti

Eventi organizzati

  • 24 aprile 2021: Inaugurazione
  • 24 aprile -  01 ottobre 2021: Daniel Buren al Mirad'Or
  • 16 - 26 ottobre 2021: Esposizione concorso internazione liuteria in collaborazione con ANLAI
  • 11 dicembre 2021 - 31 gennaio 2022: Adolf Vallazza
  • maggio 2022: Cinque sirene al Mirad'or (sculture e tele di Luigi Garòli)
  • 9 giugno 2022  Recantus Music Festival: Rock Legends For strings (Duccio Ceccanti violino, Anna Serova viola, Vittorio Ceccanti violoncello)
  • 18 giugno 2022 Recantus Music Festival : Elettroclassic  (Floraleda Sacchi arpa)




Modalità di accesso

Le modalità e gli orari di apertura della struttura sono disciplinati in occasione delle singole esposizioni. Consultare le relative notizie.

Ufficio di riferimento dell’Amministrazione
Ufficio cultura