Piazza Mercato e Torre del Vescovo

Presentazione testo e audio dei siti turistici - SCHEDA 1

Argomenti

Turismo

Piazza Mercato

Pisogne per la sua posizione sin dal Medioevo fu emporio del commercio di tutta la valle e sede di un grande mercato settimanale che acquisì ancora maggiore importanza nel corso del '600. Il mercato si teneva nella grande piazza detta appunto del Mercato che un tempo si affacciava direttamente sul porto.

Il pannello tattile di questo cartello rappresenta la posizione dello stesso sul lato nord della piazza. Toccando il piccolo cerchio siete nel punto in cui è collocato il cartello. Alla vostra sinistra potete dirigervi verso il centro storico, la Torre del Vescovo e l’altra piazza, dove sorge la chiesa Parrocchiale. Toccando il pannello tattile verso destra sentirete invece due linee parallele che rappresentano la ferrovia, mentre un rettangolo vi indica dove si trova il passaggio a livello che conduce sul lungolago. Ponete attenzione nello spostarvi verso il passaggio a livello perchè per raggiungerlo dovete attraversare la strada. All’estrema destra del pannello tattile la parte di rilievo più bassa rappresenta le acque del lago, mentre gli altri rilievi rappresentano gli spazi urbani circostanti.

Torre del Vescovo

Sulla Piazza del Mercato si affaccia la Torre del Vescovo, eretta a cavallo tra il XIII e XIV Sec per volere del Vescovo di Brescia di cui Pisogne era feudo. Il Vescovo aveva in Pisogne dei funzionari con il compito di amministrare i beni e la giustizia.

Pare che il Vescovo punisse chi non riusciva a pagare le tasse mettendolo alla berlina in una gabbia fissata alla torre. Questo tipo di supplizio era usato dai principi ecclesiastici ai quali, a causa del loro ministero, era proibito applicare punizioni che prevedessero spargimento di sangue.

Nel 1518 otto donne furono rinchiuse nella torre nella torre con l’accusa di stregoneria. Dopo essere state sottoposte ai terribili torture da parte del vicario dell'Inquisizione furono bruciate vive sulla Piazza del Mercato.

Market Square

Because of its strategic location, Pisogne had always been since medieval times, a centre of commerce for the whole valley and the venue of a large weekly market, that increased its importance in the 17th century. The market was held in the large square, now called Piazza Mercato (Market Square) which, up until the beginning of the last century, overlooked the port. At the time, the lake almost reached the tower.

The sensory panel for this guide indicates its position on the north side of the square. By touching the small circle, you are where the guide is. At your left, you can go towards the historic centre, The Bishop’s Tower and the other square, where the Parish Church stands. By touching the sensory panel towards the right, you will instead feel two parallel lines that represent the railway line, while a rectangle will indicate the railroad crossing leading to the lakefront. Be careful moving towards the railroad crossing because to reach it you will have to cross the road. At the far right of the sensory panel, the tactile relief at the bottom represents the waters of the lake, while the other parts in relief represent the surrounding urban areas.

The Bishop's Tower

Torre del Vescovo (The Bishop's Tower) overlooks Piazza Mercato (Market Square). It was erected between the XIII and the XIV century, for the will of the Bishop of Brescia of which Pisogne was a feud. The Bishop had in Pisogne officials with the task of administering goods and justice.

It seems that the bishop punished those who failed to pay their taxes by putting them in a cage attached to the tower. This type of torture was used by ecclesiastical princes who, because of their ministry, were forbidden to apply punishments involving bloodshed.

In 1518, eight women were imprisoned in the tower on charges of witchcraft. After being subjected to terrible torture by the vicar of the Inquisition they were burned alive on Market Square.


Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento
25 March 2022